Come ottenere un visto presso il Consolato russo?

Al cittadino straniero verrà richiesto di presentare un visto d'ingresso al momento del proprio arrivo in Russia, a meno che il paese di cittadinanza del cittadino straniero non sia in regime esente dal visto con la Russia. Ecco i principali passi da fare per ottenere il visto russo.

Il primo passo consiste nello specificare lo scopo della visita in Russia per determinare in seguito il tipo di visto da richiedere. I tipi di visto più comuni, che si ottengono più frequentemente, sono i visti turistici, per motivi di lavoro e quelli di lavoro.

  • Il visto turistico rappresenta la soluzione ideale per quei viaggiatori che intendono visitare la Russia per visitare la città, partecipare a eventi culturali e/o manifestazioni sportive o per rilassarsi e riposarsi durante un lungo ritiro in spa. I visti turistici sono disponibili con l'opzione dell'entrata singola o doppia. Ottenere un invito turistico per un cittadino straniero è un processo alquanto rapido. Questo tipo di invito è anche conosciuto come voucher turistico. Tale voucher deve contenere tutte le informazioni riguardanti la parte che invita (nome, indirizzo e recapito telefonico dell'agenzia di viaggio che ha emesso il voucher), insieme a tutti i dettagli riguardanti l'alloggio per la parte che viaggia. Gli inviti turistici possono essere rilasciati soltanto da organizzazioni accreditate presso la Divisione Consolare del Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa. Un voucher turistico deve inoltre indicare la quantità di entrate in Russia. Essere in possesso di un voucher permette al titolare di richiedere un visto a entrata singola o multipla che può essere valido per un massimo di 30 giorni.
  • Il visto per motivi di lavoro può essere a entrata singola, doppia o multipla e può essere valido per un massimo di 1 anno. In alcuni casi, ad alcuni cittadini stranieri può essere rilasciato un visto per motivi di lavoro che può essere valido per un massimo di 5 anni. Quando si richiede un visto per motivi di lavoro a entrata multipla è importante prendere in considerazione la restrizione 90 giorni, secondo cui un cittadino straniero può risiedere in Russia per non più di 90 giorni (consecutivi o non consecutivi) entro un intervallo di 180 giorni. Se la parte che invita è un'organizzazione commerciale, l'invito può essere acquisito soltanto attraverso i Servizi Federali per la Migrazione della Federazione Russa. Se l'organizzazione che invita non è commerciale o di base governativa, l'invito deve essere acquisito attraverso la Divisione consolare del Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa.  
  • Il visto di lavoro deve essere ottenuto da quei cittadini stranieri che intendono cercare lavoro in Russia. Il processo per ottenere questo tipo di visto è alquanto lungo. Infatti, sono richiesti numerosi documenti che devono essere presentati dal potenziale datore di lavoro del cittadino straniero richiedente. In primo luogo, l'organizzazione che offre lavoro deve ottenere un "Certificato di fattibilità dell'assunzione di manodopera straniera".  In secondo luogo, deve essere ottenuto un permesso di autorizzazione al lavoro per uno specifico cittadino straniero. In seguito, la società datrice di lavoro può richiedere l'invito di lavoro per il proprio futuro dipendente. L'invito di lavoro, inizialmente, viene rilasciato per un massimo di 90 giorni. Dopo l'arrivo del cittadino straniero nella Federazione Russa, il datore di lavoro deve presentare alcuni documenti per poter estendere il visto di lavoro del proprio dipendente alla stessa validità del permesso di autorizzazione al lavoro. Il visto di lavoro è un visto a entrata multipla non soggetto alla restrizione dei 90 giorni. Il visto di lavoro è valido per lo stesso tempo della validità del permesso di autorizzazione al lavoro ed è oggetto al rinnovo per un altro anno.

Il secondo passo da fare è quello di procurarsi l'invito. Se il cittadino straniero sta cercando di ottenere un visto turistico, l'agenzia di viaggio deve rilasciare per lo stesso un invito appropriato. Se, invece, il cittadino straniero ha intenzione di richiedere un visto per motivi di lavoro o un visto di lavoro, allora l'invito deve essere ottenuto presso i Servizi Federali per la Migrazione. L'invito per il visto per motivi di lavoro può essere rilasciato anche dalla Divisione Consolare del Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa.

Se l'invito viene emesso da un'agenzia di viaggio, il visto può essere ottenuto dal cittadino straniero presso l'ufficio locale dell'agenzia nel proprio paese. Se l'invito viene rilasciato sul modulo dei Servizi Federali per la Migrazione o sul modulo del Ministero degli Esteri della Federazione Russa, deve essere inviato al destinatario tramite il corriere espresso internazionale. Un'ulteriore opzione per l'invio dell'invito è tramite telex, che permette di inviare l'invito direttamente al Consolato (questa opzione è disponibile solo per gli inviti per motivi di lavoro).

Ottenere un invito per la Russia per un cittadino straniero online

Ottenere un invito

Il terzo passo è quello di usare l'invito per poter ottenere il visto russo di ingresso presso il Consolato. Dopo aver ricevuto l'invito, si può richiedere il tipo di visto desiderato presso il Consolato presentando l'invito, il passaporto, 2 fototessere e compilando una richiesta per il visto. Se l'invito è stato consegnato via telex, al richiedente verrà notificata la data di consegna dalla parte che invita e, invece di presentare l'invito con la richiesta, basta che fornisca il numero dell'invito. E' inoltre necessario pagare l'imposta consolare, il cui importo dipende dal tipo di visto richiesto. In alcuni casi, potrebbe essere richiesta ulteriore documentazione, motivo per cui è importante confermare l'elenco dei documenti necessari prima di compilare la richiesta.  

Dopo aver ricevuto il visto russo, è essenziale verificare che tutte le informazioni siano corrette (in particolar modo la data di ingresso/uscita). Se nel visto verranno riscontrati eventuali errori o discrepanze, è necessario riportare immediatamente un resoconto presso il Consolato Russo, perché dopo essere entrati in Russia non possono essere apportate modifiche.

Il quarto passo da fare è quello di entrare nella Federazione Russa. Una volta che il visto è stato ricevuto, al titolare del visto è consentito recarsi in Russia. Dopo aver attraversato il confine, al cittadino straniero sarà rilasciata una tessera di migrazione (dopo che le autorità abbiano verificato il visto), che deve essere compilata in lingua russa. La carta di immigrazione e il passaporto saranno timbrati con la data e il luogo in cui si entra nella Federazione Russa.  

Per saperne di più: Procedura per ottenere un visto russo presso il Consolato russo

Il quinto passo è quello di registrare il visto in Russia. Il visto deve essere registrato entro 7 giorni dall'arrivo del cittadino straniero in Russia. Il processo di registrazione, solitamente, è curato dalla parte che invita. Può anche essere eseguito dal dipendente dell'albergo in cui il cittadino straniero soggiornerà. Se il viaggiatore soggiornerà presso una sistemazione privata, sarà il proprietario di tale alloggio ad assistere il proprio ospite nella registrazione del visto.

Il sesto passo è quello di agire in conformità con la data di scadenza del visto. La validità del visto è indicata nella sezione in alto. Il titolare del visto deve lasciare la Russia prima che il proprio vista scada. Se, per qualsiasi ragione, questo non possa accadere, è necessario ottenere un visto di uscita. Occorre tener presente che per attuare tale processo ci vogliono dai 3 ai 5 giorni e il costo varia dai 150 ai 300 dollari (143 a 286 euro circa). Verrà richiesta la documentazione di supporto per dimostrare che non è stato possibile uscire dalla Federazione Russa in tempo per via di circostanze giustificabili.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna